martedì 28 febbraio 2012

The factories of dreams ends

Dopo più di un anno, "Le fabbriche dei sogni",termina.
-
After more than a year"The factory of dreams," ends.
 

Nata in occasione del cinquantesimo anniversario del Salone del Mobile, Triennale Design Museum ha dedicato la sua quarta edizione agli uomini, alle aziende e ai progetti che hanno contribuito a creare il sistema del design italiano dal dopoguerra a oggi e a decretare il successo del Salone del Mobile nel mondo. 
Attraverso una carrellata di oggetti iconici, si sviluppa un racconto che vuole, da una parte, illustrare la peculiare attività  e la natura profonda di quelle che Alberto Alessi definisce “Fabbriche del Design Italiano”, che si muovono lungo una linea che oscilla tra valore funzionale, valore segnico e valore poetico  delle cose prodotte, dall’altra raccontare la grande capacità e abilità di questi “laboratori di ricerca” tali da attrarre anche i designer  stranieri, che scelgono di lavorare in Italia riconoscendone l’eccellenza nella produzione. 
Il percorso della mostra oscilla fra due poli: da un lato un pensiero teorico preciso e approfondito che deriva dalle riflessioni portate avanti dal curatore su questi temi negli ultimi anni, dall’altro una modalità di trattazione poetica, artistica e favolistica che attinge all’immaginario di Lewis Carroll e Antoine de Saint-Exupéry.  Il progetto di allestimento di Martí Guixé è concepito come una delle avventure di Alice nel Paese delle Meraviglie: gli oggetti entrano in dialogo con i progettisti e le storie dei grandi uomini di impresa si intrecciano con le loro biografie personali in un’atmosfera giocosa e ricca di emozioni e suggestioni. Un’occasione straordinaria per scoprire attraverso nuovi punti di vista alcuni fra i più celebri oggetti del design italiano.
-
Born on the occasion of the fiftieth anniversary of the Salone del Mobile, the TriennaleDesign Museum has dedicated its fourth edition for men, enterprises and projects that have helped to create the system of Italian design since the war to date and determine the success of the Salone del Mobile in the world.
Through a succession of iconic objectsyou develop a story that will, on the one handthe particular activities and demonstrate the profound nature of what Alberto Alessi calls "Italian Design Factories", which move along a line that ranges from functional value , the value of signs and poetic value of things producedthe other telling the great skills and abilities of these "research laboratories" that might appeal to the foreign designers who choose to work in Italy recognizing excellence in production.
The exhibition oscillates between two poles: on the one hand, a precise and thoroughtheoretical thinking that derives from the ideas brought forward by the editor on these issues in recent yearsthe other a form of poetic treatmentartistic imagination and fablethat draws Lewis Carroll and Antoine de Saint-Exupery. The design for Marti Guixé is conceived as one of the adventures of Alice in Wonderland: the objects enter into dialoguewith the designers and the stories of the great men of business are intertwined with theirpersonal biographies in a playful and rich of emotions and ideasAn extraordinary opportunity to discover new points of view through some of the most famous objects of Italian design.

 






Ricordando la mostra con queste foto, aspettiamo l'arrivo del tanto atteso Salone del Mobile 2012 che chissà porti tante novità e per il futuro un'ulteriore mostra sul design.
-
Recalling the show with these photos, we wait eagerly awaited the arrival of Salone delMobile 2012, and who knows many new ports for the future shows a further design.
 

Nessun commento:

Posta un commento