lunedì 20 febbraio 2012

Simone Micheli at Happy Business to you


Simone Micheli nella sua presentazione, ha raccontato principalmente i suoi lavori svolti e in fase di svolgimento, dall’Expo 2012 al “villaggio” di Chioggia, passando all’edificio di San Pietroburgo. Un progetto descritto, inoltre, è MI-SHA. Un’opera e non un ristorante, perché dinamico e in continuo cambiamento grazie alla possibilità di trasformazione del locale in base alle esigenze. Il nome deriva da Milano e Shangai, due città che si accostano ma non si fondono. Insomma un giro virtuale del mondo dove, i suoi lavori hanno lasciato il segno grazie ai principali concetti che lo caratterizzano: sostenibilità e intelligenza. Nel suo discorso, non si è mai parlato di bello, brutto o delle forme, ma ben si di contenuti
-
Simone Micheli, in his presentationhe told chiefly his work done and in progressfrom the Expo 2012 at the "villageof Chioggiapassing the building of St. PetersburgA projectdescribed, moreover, is MI-SHA. Work and not a restaurantbecause dynamic and constantly changing due to the possibility of transformation of the room as neededThename comes from Milan and Shanghaitwo cities that approach but do not blendIn short, avirtual tour of the world where his works have left their mark thanks to the basic conceptsthat characterize itsustainability and intelligenceIn his speechhe never talked aboutbeautiful, ugly, or shapes, but it is well content


Altre foto della fiera potete trovare sul nostro account flickr oppure seguici su facebook
-
More photos of the fair can be found on our account flickr account or follow us on facebook

Nessun commento:

Posta un commento